Governance Poll 2017: Zaia il governatore più amato, Crocetta ancora ultimo in classifica

Luca Zaia (Veneto), Enrico Rossi (Toscana) e Roberto Maroni (Lombardia) sono i governatori con il più alto consenso, con una crescita media di circa 10 punti percentuali rispetto al risultato delle ultime elezioni. Secondo la “Governance Poll 2017” – l’ultima rilevazione sul gradimento riservato ai sindaci e ai governatori dai propri cittadini realizzata da Ipr Marketing per Il Sole 24 Ore, pubblicata oggi sul quotidiano di Confindustria – il presidente del Veneto Zaia si attesta al 60% dei consensi (+9,9% sulle ultime elezioni), quello della Toscana Rossi al 57% (+9%) e il governatore della Lombardia Maroni al 54% (+11,2%). Seguono nell’ordine i governatori del Piemonte Sergio Chiamparino (+5,9%), dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini (+3%), della Calabria Mario Oliverio (-10,4%), della Basilicata Marcello Pittella (-9,6%), della Puglia Michele Emiliano (-3,1%), del Molise Paolo Di Laura Frattura (-2,7%), della Campania Vincenzo De Luca (+0,9%), dell’Umbria Catiuscia Marini (-3,8%), delle Marche Luca Ceriscioli (-3,1%), della Liguria Giovanni Toti (+2,6%), del Lazio Nicola Zingaretti (-4,7%), dell’Abruzzo Luciano D’Alfonso (-12,3%). Alle ultime tre posizioni i presidenti del Friuli Venezia-Giulia Debora Serracchiani (-6,4%), della Sardegna Francesco Pigliaru (-12,5%) e della Sicilia Rosario Crocetta (-3,5%). In generale, rileva il dossier, “il consenso dei cittadini verso i presidenti di Regione si attesta in media al 43%, sotto il livello di sufficienza”.

firettollTra gli amministratori locali dell’Isola, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il collega di Caltanissetta Giovanni Ruvolo si piazzano a al trentesimo posto della classifica nazionale, che ha in vetta la sindaca di Torino Chiara Appendino (M5s). Orlando ha ottenuto un gradimento del 55%, guadagnando cinque punti in più rispetto al 2015, ma rispetto al giorno dell’elezione nel 2012, rileva il sondaggio, ne perde 17,4%. Alla casella 43 c’è il sindaco di Agrigento Lillo Firetto (che perde 23 posizioni rispetto all’anno scorso). Alla 71 i sindaci di Siracusa Giancarlo Garozzo, di Catania Enzo Bianco e di Enna Maurizio Di Pietro. In coda i sindaci di Ragusa, Messina e Trapani: Federico Piccitto e Renato Accorinti, con il 46% di gradimento si collocano al 98/mo posto; mentre il sindaco di Trapani Vito Damiano, di piazza al 102/mo, prima del sindaco della Capitale Virginia Raggi. “Questo miglioramento conferma quanto abbiamo sostenuto per anni e cioe’ che il lavoro di questa amministrazione comunale avrebbe dato i suoi frutti nel medio-lungo periodo”, dice Leoluca Orlando, che ha guadagnato posizioni passando dalla 77/ma dello scorso anno alla 30/ma. “Il dato di oggi – conclude – conferma di fatto quello pubblicato sempre dal Sole24ore lo scorso dicembre che in tema di vivibilita’ attestava la ripresa di Palermo che dal 107/mo posto del 2015 è passata al 99/mo”.