Girgenti Acque non può staccare collegamenti fognari per morosità, ecco la sentenza del Tar che dà ragione al sindaco di Grotte

Girgenti Acque non può disattivare i collegamenti fognari per le utenze in stato di morosità. Lo ha deciso il Tar di Palermo rigettando il ricorso della società che gestisce il servizio idrico contro l’apposita ordinanza del sindaco di Grotte Paolino Fantauzzo. Ecco la sentenza del Tar.

Per il Tribunale amministrativo regionale la decisione di staccare i collegamenti fognari “non trovava fondamento giustificativo nel regolamento d’utenza, il cui punto 2.6.6 prevedeva il distacco per morosità solo per l’allaccio idrico e non anche per quello fognario“. Distacco che, secondo i giudici amministrativi,“poteva dar luogo a un grave pericolo per la salute pubblica. Non sussisteva, infatti, nessuna alternativa per lo sversamento dei reflui come si verifica per l’approvvigionamento dell’acqua, relativamente al quale il regolamento di utenza prevede, infatti, espressamente la possibilità del distacco in caso di morosità“. “Contrariamente a quanto sostenuto dalla ricorrente – si legge nella sentenza – il sindaco del Comune di Grotte ha inteso semplicemente scongiurare il pericolo di un’emergenza sanitaria“. Il sindaco Fantauzzo ha espresso piena soddisfazione per la decisione del Tar.