Teatro Massimo, il Macbeth di Emma Dante: “Le streghe son tornate”

La forza, la violenza, il potere. E le streghe con la loro ‘gravida’ profezia che parla di nascite e futuro. Un Macbeth tragico, dominato da un enorme velo rosso sangue – sangue di delitti, sangue di parto, sangue di guerra e di morti – popolato da streghe che si fanno continuamente ingravidare per partorire altre streghe, circondato da una natura ostile e pericolosa rappresentata da una foresta di fichi d’India. Ecco il Macbeth di Verdi per la regia di Emma Dante, che sabato, alle 20.30, aprira’ la stagione 2017 del Teatro Massimo di Palermo. Una stagione importante, che celebra il centoventesimo anno dall’inaugurazione del Teatro e il ventesimo dalla riapertura. Un nuovo allestimento in coproduzione con il Teatro Regio di Torino e con lo Sferisterio di Macerata, che ad agosto sara’ al Festival di Edimburgo. Sul podio Gabriele Ferro – direttore musicale del Teatro Massimo – sulla scena Luca Salsi nel ruolo di Macbeth e Anna Pirozzi in quello di Lady Macbeth. Banco e’ Marco Mimica, la dama e’ Federica Alfano, Macduff e’ Vincenzo Costanzo, Malcom e’ Manuel Pierattelli, il medico Nicolo’ Ceriani, il domestico/sicario/araldo e’ Antonio Barbagallo. Nel secondo cast Macbeth e’ Giuseppe Altomare e Lady Macbeth e’ Virginia Tola. Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Teatro Massimo, Compagnia Sud Costa Occidentale di Emma Dante, Maestro del Coro Piero Monti. “Una grande apertura di stagione – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – per un Teatro diventato sempre piu’ il motore culturale e il punto di riferimento della citta’”. “Una stagione che si apre nel segno degli anniversari – ha aggiunto il sovrintendente Francesco Giambrone – il 120esimo dalla Fondazione, il ventesimo dalla riapertura, il 25esimo dalle stragi di mafia, il 400esimo dalla fondazione del Conservatorio Bellini, i settanta anni di Salvatore Sciarrino”. “Una grande produzione – ha detto il direttore artistico Oscar Pizzo all’Agi – che andra’ poi a Torino, al Festival di Edimburgo, per poi andare al Teatro San Carlo e quello di Macerata, una delle tante produzioni del Teatro Massimo che girano per l’Europa, a conferma di un Teatro sempre piu’ visibile e autorevole sulla scena internazionale”.