Firme false M5s a Palermo, Forello: indagine atto dovuto, andiamo avanti

“Ho sempre tutelato l’immagine del movimento. La Procura della Repubblica di Palermo ha gia’ chiesto l’archiviazione del fascicolo. L’udienza e’ un passaggio previsto dalla legge. Andiamo avanti”. Lo dice il candidato sindaco di Palermo del Movimento cinque stelle Ugo Forello, indagato per “induzione a rendere dichiarazioni mendaci” nei confronti della deputata regionale Claudia La Rocca, superteste dell’inchiesta sulle firme false nella quale sono indagati anche i parlamentari ‘non collaboranti’ Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino in relazione alle Comunali del 2012. Un caso nato dopo la presentazione dell’esposto da parte dei colleghi pentastellati. Una vicenda che rivela un clima di guerra aperta in seno alla formazione politica. La Procura aveva chiesto l’archiviazione, ma il Gip ha fissato l’udienza per l’8 marzo.