Agrigento, ritorno al passato alla conquista di Akragas: evento di rievocazione storica tra i templi

Un tuffo nel passato, nel 210. a.C., alla conquista di Akragas. Si riscrive dal vivo la storia per il primo grande evento di rievocazione storica in Sicilia nell’incantevole contesto della Valle dei Templi di Agrigento. L’appuntamento è il 6 e 7 maggio, la città dei templi sarà nel pieno delle guerre annibaliche, l’esercito punico e quello romano si contenderanno la Sicilia e si scontreranno per il controllo di Akragas. Girando tra le tende dei due accampamenti nemici i visitatori potranno immergersi nella vita quotidiana della fine del III secolo a.C.. Potranno osservare una donna che tesse al telaio o un medico che cura una ferita, ammirare le splendide collane in pasta vitrea prodotte dai cartaginesi, scoprire le ricette della cucina romana e punica, assistere a scene di allenamento militare e di battaglia per sentirsi protagonisti di una storia animata da suoni e colori vivaci.

Il progetto è realizzato dall’associazione culturale PastActivity – nata nel 2016 dall’idea di due archeologi, Laura Danile e Giovanni Virruso, con la consulenza esterna dell’archeologa Claudia Speciale – in collaborazione con un team di ragazzi selezionati tra gli studenti del corso di laurea di Archeologia e Beni Culturali dell’Università di Palermo e gli alunni del liceo classico Empedocle di Agrigento che seguiranno tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione all’elaborazione dei dati e il 6-7 maggio faranno da guide nell’accampamento. “La partecipazione è gratuita. Gradita la prenotazione”, si legge sul sito pastactivity.it dove è possibile trovare tutte le informazioni. Nel team: Candida Cipolla, Elisa Contino, Claudia De Giorgi, Emanuele Giunta, Fabrizio Lo Faro, Alessandra Maganuco, Lidia Matano, Iolanda Mignosi, Mattia Parrino. Tra i collaboratori: Maria Simonaro, Alessia Ballaccomo, Paola Ciaravella, Viviana Agnello. Di comunicazione e grafica si occupa Daniela Frenna, fotoreporter Alessandra Falzone, direzione artistica a cura di Andrea Moretti. L’evento è promosso nell’ambito del progetto Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAzioni giovani, linea di intervento 1, Giovani Talenti) promosso dall’assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro.

“Scopo di PastActivity – viene spiegato in una nota – è quello di valorizzare il territorio e il patrimonio culturale attraverso una migliore conoscenza del passato e delle tradizioni. Le proposte dell’associazione si rivolgono sia ad esperti sia ad appassionati, famiglie, scuole, giovani, anziani, viaggiatori e a tutti coloro che abbiano voglia di emozionarsi con la storia. L’approccio utilizzato unisce solide basi scientifiche a nuovi linguaggi comunicativi in modo da consentire a tutti di potersi immergere in un mondo scomparso”.