Palermo capitale italiana cultura 2018

E’ Palermo la capitale italiana della cultura 2018. A dare l’annuncio il ministro dei Beni e delle attivita’ culturali e del turismo, Dario Franceschini, che durante una cerimonia nella sala Spadolini del Collegio Romano ha aperto la busta con il nome della citta’ designata dalla Giuria di selezione, presieduta da Stefano Baia Curioni. Le altre nove citta’ in corsa per il titolo erano: Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna, Recanati, Settimo torinese, Trento, Unione dei comuni elimo-ericini (Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice).

“Tutte le citta’ che hanno partecipato lo hanno fatto costruendo dossier apprfonditi”, questo “e’ cio’ di cui abbiamo bisogno”, cioe’ “di non sederci sulla gloria e l’importanza, unica al mondo, del nostro patrimonio culturale, ma unendola alle sinergie tra pubblico e privato, alle politiche culturali”. Cosi’ il ministro dei Beni e delle attivita’ culturali e del Turismo, Dario Franceschini, durante la cerimonia in cui e’ stata decretata la citta’ vincitrice del titolo di “Capitale italiana della Cultura” per il 2018. Per la prossima edizione, ha annunciato il ministro, la proclamazione avverra’ “con due anni di anticipo, due anni di lavoro. Quindi nel 2018 avremo la Capitale della Cultura

Palermo
Palermo
del 2020″.

“Il senso è che abbiamo vinto tutti, perché tutti abbiamo lavorato per questo progetto e siamo stati capaci di narrare la bellezza dei nostri territori. La cifra culturale più significativa è la Cultura dell’accoglienza. Rivendichiamo il diritto di ogni essere umano è di essere e restare diverso, di essere e restare uguale”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando dopo l’assegnazione del titolo di capitale italiana della Cultura 2018 alla sua città.
“Sono molto felice, è il compimento di un cammino, un percorso iniziato da tempo. Lavorare su progetti da’ effetti come questi. Il Teatro Massimo oggi è in festa, come tutta la città”. Lo ha detto all’Adnkronos Francesco Giambrone, Sovrintendente del Teatro Massimo, commentando la scelta di Palermo come Capitale della Cultura 2018.