Mafia, Di Matteo: non odio Riina, a lui rispondo con armi del diritto

“Il magistrato non deve provare odio per nessuno. Credo che anche di fronte alla violenza piu’ tremenda – e Toto’ Riina e’, sancito nelle sentenze definitive, il piu’ feroce stragista della storia d’Italia – noi abbiamo sempre sempre e soltanto un’arma: quella della legge e del diritto, della dignita’ di non avere paura rispetto alla loro violenza e alle loro minacce. Non rispondere all’odio con l’odio e alla violenza con la violenza. Ma alla violenza e all’odio rispondere con le armi del diritto e della legge”. Lo ha detto ai microfoni di Trm il sostituto procuratore Antonino Di Matteo, obiettivo della ‘sentenza di morte’ del padrino corleonese.