“Sesso con una ragazzina disabile”, chiesta la condanna per 28enne di Licata

Sesso con una disabile di 16 anni la notte di Capodanno del 2013: A. S., 28 anni, secondo i pubblici ministeri Salvatore Vella e Simona Faga, deve essere condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione. Il 22 maggio concluderà la difesa, subito dopo i giudici della seconda sezione penale, presieduta da Giuseppe Miceli, si ritireranno in camera di consiglio per emettere la sentenza. Il processo, ormai in dirittura di arrivo, scaturisce dall’inchiesta sulla “comunità degli orrori” di Licata che ha già portato alla condanna del principale imputato, Carmelo Angelo Grillo, 51 anni.

Lo stesso S., in un primo momento, come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, era finito a processo pure con l’accusa di favoreggiamento nei suoi confronti. L’imputazione scaturiva dalle dichiarazioni, fatte durante le indagini, con cui S. avrebbe indicato un falso alibi a Grillo. Il giudice dell’udienza preliminare Stefano Zammuto, nella sentenza con cui condannava Grillo a 10 anni e 2 mesi di reclusione, aveva qualificato l’accusa in “false informazioni al pubblico ministero”.