Mafia: negarono di essere vittime del racket, 4 condanne ad Agrigento

Il Gup di Agrigento Alessandra Vella ha condannato, per falsa testimonianza, quattro posteggiatori abusivi. I quattro, secondo l’accusa, negarono in aula – dopo averlo ammesso durante le indagini dei carabinieri – di essere vittime del racket mafioso per timore di ritorsioni. Due anni di reclusione sono stati inflitti a Calogero Meli, 50 anni; un anno e 4 mesi a Giuseppe Stagno, 41 anni; dieci mesi e venti giorni per Vincenzo Melilli, 54 anni, e Antonino Perna, 36 anni. La sentenza prevede pene ridotte di un terzo per effetto del giudizio abbreviato. Il pubblico ministero Alessandro Macaluso, come riporta l’Ansa, aveva chiesto 3 anni e 6 mesi di reclusione per Meli, 2 anni per gli altri.