SHARE

Contro le disparita’ di genere nella previdenza “abbiamo fatto delle proposto che inseriremo nella seconda fase che dovremo discutere con il ministro Poletti, che deve a questo punto essere dedicata ai giovani e al recupero del differenziale di genere delle donne”. Lo afferma il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ricordando che che le pensioni delle donne sono in media “circa meta’ di quelle degli uomini” a margine del convegno “Donne e previdenza, proposte per superare le disparita’ di genere”, in occasione dell’8 marzo. “Cominciare a intaccare queste differenze significa aver dato un contributo concreto a una delle decine e decine problematiche che riguardano le politiche di genere in questo paese”, aggiunge Barbagallo. Le proposte della Uil partono dalla valorizzazione del lavoro di cura non retribuito alla riforma della contribuzione per le colf, dall’eliminazione dell’importo soglia per l’accesso alla pensione anticipata a pensioni di garanzia che non penalizzino le donne, dall’uso di coefficienti uguali per le pensioni complementari di uomini e donne alla promozione dell’adesione a fondi pensione anche con forme di silenzio-assenso.

SHARE