Teatro a Cattolica Eraclea, Aromi di Sicilia a lavoro per “Giufà, una nni pensa e centu nni fa”

Dopo il successo de “La vera storia della Baronessa di Carini” la Compagnia Popolare “Aromi di Sicilia” di Cattolica Eraclea riparte con una nuova “avventura” teatrale: “Giufà, una nni pensa e centu nni fa”. Ad annunciarlo oggi su Facebook l’attore e regista Franco Colletti. Il cast si arricchisce di nuovi attori che si aggiungono a quelli che hanno portato in scena in lungo e in largo per la Sicilia ma anche in Germania “La vera storia della Baronessa di Carini“: Franco Colletti, Marianna Ragusa, Norina Daino, Antonella Licata, Angelo Tortorici, Carmelo Randisi, Gianluigi Loria, Franco Mangiapane, Mario Di Campo.

Giufà è un personaggio letterario della tradizione orale popolare della Sicilia e giudaico-spagnola. Un personaggio analogo ricorre anche, con nomi diversi, in altre tradizioni regionali: Giufà e Jugale in Calabria, Giuccamatta in Toscana, Vardiello in Campania, Ciuccianespole in Umbria. Nella letteratura scritta egli compare in modo compiuto – si legge su Wikipedia – nell’opera dell’etnologo Giuseppe Pitrè (1841-1916), celebre studioso di tradizioni popolari e di folclore siciliano tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, che ne raccolse e riprese le storie popolari diffuse in varie parti della Sicilia. La prima comparsa nella tradizione scritta risale almeno al 1845, quando il personaggio è attestato in un adattamento in lingua italiana di una storia di Venerando Gangi (1748-1816), favolista siciliano.