Resort Torre Salsa, Adler: “Entusiasti di poter realizzare questo progetto in un contesto così affascinante”

Prenderanno il via tra qualche giorno i lavori per la realizzazione del resort Adler in contrada Torre Salsa, tra Siculiana e Montallegro, al confine con la riserva naturale gestita dal Wwf. La Ritempra Spa ha già comunicato al Comune di Siculiana la data di inizio lavori e nei prossimi giorni sarà approntato il cantiere. L’investimento complessivo è di 45 milioni di euro, di cui oltre 10 milioni arriveranno da un finanziamento approvato da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del Ministero dell’Economia, che nell’Agrigentino ha già contribuito alla realizzazione del Verdura Golf Resort di Rocco Forte tra Sciacca e Ribera. Il nuovo resort tra Siculiana e Montallegro, secondo quanto previsto dal progetto, darà lavoro a 200 persone per due anni in fase di costruzione e altri 140 dipendenti saranno assunti all’interno della struttura.

sanoner“Inizieremo a giorni l’approntamento del cantiere, tenendo conto di tutte prescrizioni dei vari Enti a tutela del luogo, e naturalmente inizieremo anche con i lavori veri e propri”, ha spiegato al Giornel di Sicilia l’imprenditore Andreas Sanoner, rappresentante legale della società altotesina che fa capo alla famiglia Sanoner che si occupa da due secoli di attività e impresa turistica. “Naturalmente – ha aggiunto – siamo entusiasti e motivati di poter realizzare questo progetto in un contesto così affascinante come lo è la Sicilia in generale e il luogo dove si trova in particolare. Realizzeremo una struttura molto bella, con un concetto architettonico particolare, molto poco impattante e molto innovativo, anche dal punto di vista della eco-architettura”.

“Il resort di Torre Salsa offrirà 108 camere, di cui 94 doppie e 14 family-suites. Tutti i resorts Adler sono contraddistinti da attenzione e rispetto assoluto nei confronti della natura e del contesto ambientale sia sotto l’aspetto della non invasività del complesso alberghiero, sia sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale e l’uso dei materiali di costruzione utilizzati, legati alla bio – architettura”, ha già spiegato la società con alle spalle una storia di 200 anni di ospitalità alberghiera. “La famiglia Sanoner ha deciso di aggiungere alla sua offerta turistica una località di mare e ha scelto come meta la Sicilia per investire con la realizzazione e la gestione di un nuovo resort. La filosofia del progetto è di promuovere la Sicilia contribuendo a valorizzare i pregi paesaggistici del luogo, i siti e le offerte culturali della Regione. Un’attenzione particolare sarà riservata ai prodotti enogastronomici della zona, privilegiando i produttori locali. Sarà realizzato un punto vendita all’interno della struttura. Nella fase realizzativa saranno coinvolte ditte locali e comunque siciliane”.