Trasportava hashish da Palermo, donna arrestata a Licata

Con l’accusa di spaccio di droga i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno arrestato in flagranza di reato una nigeriana di 25 anni, Tina Adima. La donna è accusata del reato di traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare i Militari dell’Arma, a seguito di una mirata attività info-investigativa, hanno controllato alcuni dei passeggeri di un autobus di linea proveniente da Palermo, giunto al capolinea di Licata presso l’autostazione di Piazzale Martiri delle Foibe. “Alla vista dei militari la 25enne nigeriana ha assunto un atteggiamento sospetto, tale da destare l’attenzione dei Carabinieri, venendo immediatamente fermata e successivamente sottoposta a perquisizione personale con l’ausilio di personale femminile”, dicono gli investigatori. Nel corso delle operazioni di perquisizione, la stessa è stata trovata in possesso di circa 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo ”hashish” ed un grammo di ”marijuana”, il tutto celato all’interno di uno zaino e sequestrato dai militari, che immediatamente hanno condotto la 25enne operaia della Nigeria presso la Caserma dei Carabinieri di Licata. L’arrestata, espletate le formalità di rito, veniva associata presso la Casa Circondariale di AGRIGENTO, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.