Pd, caso Crocetta in Commissione garanzia: “Viola codice etico”

Il governatore siciliano e il Pd. Odio piu’ che amore. Il ‘Fascicolo Rosario Crocetta’ torna sulla graticola dem. Angelo Argento da Enna, renziano doc, componente della Commissione nazionale di garanzia del Partito democratico, ha notificato all’organismo formale richiesta di valutazione della posizione del presidente della Regione “ai sensi dello Statuto e del codice etico del partito”. Contestata al politico di Gela la fondazione del nuovo movimento Riparte Sicilia, con il quale intende concorrere per la successione a se stesso. E questo anche se dovesse significare competere con altri esponenti targati Pd, Davide Faraone in testa, che da tempo esercita il suo pressing affinche’ siano le primarie a designare il candidato da schierare alle Regionali d’autunno. “Chiedo, ai sensi dello statuto e del codice etico – scrive Argento secondo quanto riporta l’Agi – di porre all’ordine del giorno della prima riunione utile della Commissione, la richiesta di valutare la posizione di Crocetta in merito alla costituzione di un movimento politico che, da quanto si apprende dalla stampa, pare essere in contrasto con le norme statutarie e il codice etico di chi milita e rappresenta il Partito democratico”. Aggiunge sulla sua pagina Facebook: “Va verificata la posizione nel Pd di Crocetta: Scelga: o sta con Riparte Sicilia o con il Partito democratico”.