SHARE

La sanità agrigentina aggiunge un nuovo tassello alle azioni di contrasto alle patologie oncologiche. Dopo l’attivazione dell’acceleratore lineare e della PET/TAC presso il presidio ospedaliero “san Giovanni di Dio di Agrigento, la rifunzionalizzazione della Medicina nucleare e la riattivazione della risonanza magnetica, è stata infatti inaugurata oggi, lunedì 27 marzo, la nuova Diagnostica senologica. L’unità – viene spiegato in una nota – si avvale di un mammografo digitale e di un ecografo di alta gamma in grado di offrire esami accurati non solo ai pazienti ricoverati presso l’ospedale ma anche all’utenza esterna che potrà accedere al sevizio tramite prenotazione al Centro Unico Prenotazioni aziendale. I nuovi locali sono in grado di ospitare un servizio sempre più efficace nella diagnosi del tumore alla mammella e saranno sede principale del programma di screening mammografico Asp che prevede il reclutamento, attraverso invito, della popolazione femminile di età compresa tra i 50 ed i 69 anni.

“Con grande soddisfazione – ha scritto su Facebook la parlamentare del Pd Maria Iacono – ho partecipato all’inaugurazione dell’Unità Operativa di Radiodiagnostica Senologica dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Il servizio rappresenta un nuovo punto di riferimento, in termini di diagnostica e assistenza, per le donne di questo territorio. Inoltre, la direzione generale dell’ASP di Agrigento ha annunciato l’apertura, entro il prossimo mese di Aprile, della diagnostica senologica anche nel territorio di Canicattì in modo tale da offrire un ulteriore servizio di prevenzione e cura per le comunità canicattinese e del suo hinterland”.

SHARE