SHARE

Cresce l’economia green in Italia e anche nell’Agrigentino. Secondo un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano, tocca le 53 mila imprese, +34% in cinque anni con 438 mila addetti. Un settore trainato dalla crescita delle grandi città: Milano con 4 mila imprese (8% del totale italiano), Roma con 3 mila (6%), Torino e Bolzano con 2 mila (4%). È Bolzano a segnare la maggiore crescita in cinque anni, col raddoppio delle imprese. Seguono Napoli, Brescia, Pistoia, Padova, Bergamo e Bari con oltre mille. Prime per crescita delle imprese in cinque anni sono: Bolzano, con quasi 2 mila imprese, raddoppiate, Trento con circa settecento (+82%), Agrigento con circa trecento (+80%). In questo settore è bassa la presenza di stranieri imprenditori, 4% in Italia. I giovani toccano l’8% e le donne il 13%. Pesa la Lombardia con quasi 50 miliardi di fatturato sui 200 in Italia, di cui 35 concentrati a Milano. In Lombardia in un anno le imprese sono aumentate del +3%, per un totale di 10 mila imprese coinvolte su 53 mila in Italia. In cinque anni il settore ha un incremento regionale del +31%. Imprese più diffuse a Milano (4 mila), Brescia e Bergamo (circa mille), Varese e Monza con oltre seicento. Tra le province lombarde, il settore “green” cresce maggiormente a Lecco, Monza e Sondrio (+7%). Un settore che conta 38 mila addetti a Milano, su circa 81 mila in Lombardia. Circa 10 mila gli addetti a Brescia e Varese, circa 7 mila a Bergamo e Monza. In regione un addetto su cinque dei 438 mila italiani. A Milano un business da circa 35 miliardi, a Brescia e Bergamo da 3, a Varese 2 e a Monza 1. Ed ecco i settori green che crescono di più in un anno: la riproduzione di piante (da 189 imprese nel 2011 a 364 nel 2015 a 386 nel 2016), la raccolta di rifiuti (da 65 a 116 a 127), la progettazione (da 203 a 423 a 476), la ricerca nelle scienze naturali (da 221 a 422 a 447), la consulenza tecnica (da 1.006 a 1.703 a 1.870).

SHARE