Viabilità nell’Agrigentino, protesta a San Giovanni Gemini per Sp 26

L’amministrazione comunale di San Giovanni Gemini, guidata dal sindaco Carmelo Panepinto, il consiglio comunale hanno indetto per sabato prossimo una manifestazione di protesta sulle condizioni della strada provinciale 26 che collega i comuni di tre province dell’entroterra (Agrigento, Caltanissetta e Palermo) con la strada statale 189 Palermo – Agrigento. Era il 1998 – dice una nota del Comune – quando le sollecitazioni e le proteste dei cittadini portarono l’ufficio tecnico della Provincia Regionale di Agrigento a redigere e far approvare il progetto di ammodernamento della SP 26, strada che collega i centri montani dell’entroterra sicano con la strada statale 189 Palermo-Agrigento. Vent’anni dopo a nulla sono servite le segnalazioni e gli appelli lanciati dalla popolazione dei comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini e Santo Stefano Quisquina: la strada non ha mai subito alcun intervento sebbene i finanziamenti per avviare le procedure siano stati incassati dall’ex Ente Provincia da tempo, mentre i dissesti idrogeologici e l’usura trasformavano il manto sbriciolato in fossa, i dislivelli diventavano smottamenti, i crepacci dirupi. Aderiscono alla manifestazione il prefetto di Agrigento Nicola Diomede, le comunita’ del territorio (Mussomeli, Catronovo di Sicilia, Santo Stefano Quisquina, Cammarata, San Giovanni), i partiti politici, le comunita’ ecclesiali, e tutte le associazioni di Cammarata e San Giovanni Gemini.