SHARE

Si sono conclusi la notte scorsa alle tre i lavori della commissione bilancio dell’ ARS che ha dato il via libera ai tre documenti finanziari della Regione siciliana, manovra di stabilita’, bilancio di previsione e collegato alla finanziaria. I testi saranno in Aula a partire da domani. Trovati i fondi per i precari, gli Asu, gli ex sportellisti, per pagare gli operai dell’ESA e dei consorzi di bonifica, salvati anche gli stipendi dei lavoratori Aras, fondi per i forestali e l’antincendio. Misure di sostegno anche per le aziende agricole in favore delle quali si prevede la sospensione dei canoni irrigui. Vantaggi per le aziende che assumeranno laureati. “Un nuovo punto di partenza c’e’ – afferma il vice capogruppo del Pd Giovanni Panepinto secondo quanto riporta l’Agi – sono stati risanati i conti della regione ma e’ stato anche reso piu’ efficace il sostegno ai minori disabili e alle loro famiglie: sono piu’ di due miliardi di euro le risorse finanziarie destinate alle persone con disabilita’ gravissima nel triennio 2017/2019. Sara’ l’ ultima finanziaria di una stagione politica particolare, difficile , complessa e ambigua”. Per Marco Falcone, capogruppo di Fi invece “si scontano ancora le ipoteche del passato, abbiamo un testo che da priorita’-á ad enti, partecipate, pensioni e stipendi e quasi nulla per lo sviluppo”.

SHARE