Vinitaly 2017 al via domani, 152 le aziende siciliane in vetrina

Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina inaugurano domani, con il presidente di Veronafiere Maurizio Danese, l’edizione numero 51 di Vinitaly. La cerimonia in programma alle ore 11 presso l’auditorium del Palaexpo di Veronafiere. Intervengono il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il sindaco di Verona Flavio Tosi, il presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello, il presidente di Ice-Agenzia Michele Scannavini e Robert Yang, presidente e ad di 1919, il più grande operatore cinese della distribuzione online e offline in Cina.

Con Vinitaly, al via domani anche Sol&Agrifood – Salone Internazionale dell’agroalimentare di qualità ed Enolitech, con cerimonia inaugurale e intervento del ministro Martina lunedì 10 alle ore 11 nella Sala Polifunzionale del padiglione C, ed Enolitech – Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie, giunto quest’anno alla ventesima edizione. Le tre fiere insieme quest’anno vedono la presenza di 4.768 aziende. Vinitaly, da solo, conta 4.272 espositori da 30 Paesi, con un incremento del 4% sull’anno precedente e una crescente importanza di presenze estere.

La Sicilia al Vinitaly 2017

Sono 152 le aziende siciliane che partecipano all’edizione Vinitaly 2017 prevista a Verona dal 9 al 12 aprile. Una presenza che cresce, quella siciliana – erano 130 le imprese nel 2016 – che testimonia il rinnovato interesse di aziende e produttori dell’Isola per questo settore e che quest’anno si preparano a lanciare la sfida con vitigni autoctoni e vitigni antichi, custodi della storia millenaria di venti civilta’ che ritornano dal passato grazie alla ricerca scientifica. A farla da padrone le aziende in provincia di Catania con oltre 45 presenze (30,4%), seguite da quelle nel Trapanese (39 il 26,3% del totale), 22 a Palermo (14,%), 15 a Messina (10%), 12 a Ragusa (8,10%), 7 a Agrigento (4,7%), 6 a Siracusa (4,02%) e 2 a Caltanissetta (1,3%). Saranno presenti, inoltre, 16 aziende produttrici di olio con la novita’ di quest’anno che e’ l’Igp Sicilia. “Palcoscenico Sicilia” sara’ lo spazio istituzionale allestito a Verona dall’assessorato regionale Agricoltura e dall’Irvo al padiglione 2 che ospitera’ 14 iniziative dedicate al vino e all’olio siciliani. Numerose degustazioni in programma con 36 etichette selezionate di Grillo, i vini dell’Etna e Cerasuolo di Vittoria, eventi dedicati ai vini dolci come Passito di Pantelleria, Malvasia e Marsala. E ancora riconoscimenti alle startup dell’agroalimentare, premi agli ambasciatori del vino siciliano nel mondo, incontri all’olio della Pace con Medici senza Frontiere e spazi dedicati alla ricerca sui vini sperimentali.

Ecco le aziende agrigentine in vetrina al Vinitaly 2017: Baglio del Cristo di Campobello di Campobello di Licata, Cantina Cellaro di Sambuca di Sicilia, Cantina Corbera di Santa Margherita Belice, Cantine Barbera di Menfi, Cantine Settesoli di Menfi, Cva di Canicattì, Etikè Vini società agricola di Santa Margherita Belice, Cantina Di Prima di Sambuca di Sicilia, Feudo Arancio di Sambuca di Sicilia, Grottarossa Vini di Canicattì, Milazzo azienda agricola di Campobello di Licata, Morgante di Grotte, Planeta di Menfi, Tenimenti Zabù di Sambuca di Sicilia.