Vinitaly 2017, la cantina Musìta tra le migliori startup premiate dalla Regione siciliana

Anche la cantina Musìta, che si trova nel cuore della Valle del Belice, tra le startup dei giovani produttori di vino e olio premiate dalla Regione siciliana al Vinitaly 2017. A ritirare il premio il giovane viticoltore Fabio Amato: “E’ per noi motivo di soddisfazione e stimolo per andare avanti con passione e determinazione”, ha detto.
A premiare le 12 aziende siciliane che si sono distinte per prodotti d’eccellenza nel settore agroalimentare l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici che si è detto “molto soddisfatto della Sicilia che cresce e si distingue per l’impegno di giovani aziende che hanno deciso di investire nel nostro territorio. Il futuro della Sicilia passa dalla volontà di nuovi imprenditori che la rappresentano nel mondo”.
Sui territori collinari di Salemi ad un’altitudine che arriva fino a 500 metri sopra il livello del mare, vengono prodotte dall’zienda Musìta diverse varietà come il Catarratto, il Grillo, lo Chardonnay, il Cabernet Sauvignon, il Syrah e il Nero d’Avola. “La gestione dell’azienda – si legge sul sito hwww.musita.it – è completamente familiare, sia dei vigneti che della cantina, ed ogni processo di lavorazione viene seguito da esperti agronomi ed enologi che mirano sempre più a valorizzare ciò che esprime questa splendida terra. Cosi in Musìta si fondono tradizione e tecnologia, storia e innovazione, dedizione e sapienza, sogno e realtà”.