Vino, cantine siciliane alla Selezione del sindaco 2017

Diverse cantine siciliane vanno in costiera Amalfitana. Sfida tra vini autoctoni al concorso internazionale “La Selezione del sindaco”, il concorso itinerante, che ha il patrocinio dell’Unione italiana vini, quest’anno si svolge nella nuova Casa del Gusto di Tramonti (Salerno) dal 25 al 28 maggio. L’anno scorso le aziende della Sicilia hanno conquistato 26 medaglie, secondo quanto riporta l’Ansa. Tra le novita’ della XVI edizione del concorso organizzato dalle Citta’ del Vino si prevedono dei focus di approfondimento sui vitigni autoctoni europei, aperti anche al pubblico e ai buyer locali, come lo spagnolo tempranillo, il portoghese touriga nacional, gli italiani nebbiolo, nero d’Avola, sangiovese. Inoltre sara’ garantita la presenza di alcuni compratori nazionali e internazionali.

Tra le altre novità del concorso il patrocinio di Unione Italiana Vini, che apre la strada a un maggior coinvolgimento delle cantine che fanno qualità. “Ringraziamo Uiv per il patrocinio a La Selezione del Sindaco. Il supporto di Unione Italiana Vini apre una nuova prospettiva per il concorso grazie alla condivisione di un’associazione di produttori che raccoglie il meglio dell’enologia italiana. Quest’anno poi abbiamo coinvolto anche un gruppo di buyer, che sarà presente in Costiera Amalfitana rendendo un utile servizio ai produttori, soprattutto a quelle piccole cantine che hanno minori possibilità di entrare in contatto con operatori e compratori internazionali – commenta Floriano Zambon, il presidente di Città del Vino – D’altro canto la Selezione del Sindaco è l’unico concorso in Italia aperto a tutti i Paesi produttori, dal Brasile al Portogallo, dalla Francia all’Armenia. Coinvolgere i buyer in un concorso enologico è un’idea per favorire l’internazionalizzazione, un canale in più anche per le cantine delle Città del Vino. A settembre, inoltre, saremo presenti a una fiera del vino in Corea del Sud e i produttori potranno essere protagonisti con i loro vini nel nostro stand”.

“La Selezione del Sindaco ha saputo valorizzare negli anni, e premiare, l’eccellenza qualitativa coniugata all’identità territoriale – ha dichiarato Antonio Rallo, presidente di Unione Italiana Vini – Un binomio che caratterizza la nostra vitivinicoltura, su cui abbiamo costruito il successo del vino italiano nel mondo. Ritrovando nel concorso enologico promosso dalle Città del Vino uno strumento efficace per rafforzare l’”eccellenza identitaria” dei vini italiani, abbiamo subito aderito all’idea di supportarlo con il nostro patrocinio. Il coinvolgimento di buyer stranieri apre alla Selezione una preziosa vetrina internazionale contribuendo a diffondere la conoscenza della straordinaria ricchezza e varietà delle nostre produzioni. Da parte delle nostre imprese associate, un sincero “grazie” alle Città del Vino per la tenacia con la quale portano avanti questa importante iniziativa”.