Elezioni Comunali 2017 nell’Agrigentino, ecco i candidati a sindaco nei 12 comuni chiamati alle urne

Partiti e movimenti in fermento nei 12 comuni dell’Agrigentino chiamati al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. Si andrà alle urne ad Aragona, Bivona, Campobello di Licata, Casteltermini, Cattolica Eraclea, Comitini, Lampedusa e Linosa, Montallegro, Palma di Montechiaro, Santa Margherita Belice, Sciacca e Villafranca Sicula. L’assessorato regionale delle Autonomie locali ha già pubblicato il calendario con le tappe che porteranno alla tornata elettorale. Da venerdì 12 maggio a mercoledì 17 maggio si dovranno presentare alla segreteria del comune le liste dei candidati al consiglio comunale e le collegate candidature a sindaco. In alcuni comuni la situazione è grosso modo già definita, in altri ci sono ancora incontri e trattative in corso tra partiti, movimenti, esponenti della società civile.

A Sciacca il centro sinistra punta su Francesca Valenti; Calogero Bono è il candidato sindaco del centro destra, Domenico Mistretta il candidato del Movimento 5 Stelle, Fabio Termine candidato di “Mizzica” e “Futuro presente”. Si continua a lavorare intanto per altre due liste: possibile la candidatura a sindaco di Stefano Scaduto per i Popolari per Sciacca, un altro schieramento – di cui fanno parte tra gli altri Ignazio Messina e Mario Turturici – presenterà certamente la lista ma ancora da sciogliere la riserva sul candidato a sindaco. A Palma di Montechiaro la sfida sarà a tre: Stefano Castellino, Rosario Bellanti  e il candidato Cinque stelle Martino Falsone. Al comune Lampedusa e Linosa si ricandida il sindaco uscente Giusi Nicolini. Scendono in campo l’ex sindaco Totò Martello e l’ex senatrice della Lega Angela Maraventano.

A Bivona Salvatore Marrone è il candidato sindaco del Pd, a sfidarlo dovrebbe essere Milko Cinà. A Campobello di Licata, il sindaco uscente Giovanni Picone si ricandida e si sconterà con Giovanni Gibella del centrodestra. Il Movimento 5 stelle ha scelto come candidato sindaco, Giuseppe Sicilia. A Cattolica Eraclea i candidati certi sono Santino Borsellino e Giuseppe Giuffrida, ritirata la candidatura di Antonino Fanara del Movimento 5 stelle per la mancata certificazione della lista da parte di Beppe Grillo; annunciata intanto da Nicola Buscemi, di “Tutti per Cattolica”, una terza lista, si attende la designazione del candidato sindaco, che potrebbe essere una donna, si fa il nome di Giusy Alagna. A Comitini sarà scontro tra medici: Nino Contino da una parte e Giacomo Orlando dall’altra. Orlando è già stato sindaco di Grotte mentre Contino lo è già stato di Comitini. A Villafranca Sicula ha già annunciato la sua ricandidatura il sindaco uscente Domenico Balsamo. Tra i possibili sfidanti Salvatore Di Salvo o Adriano Mulè Cascio.

A Santa Margherita Belice è già in campagna elettorale il sindaco uscente Franco Valenti che punta alla riconferma. A tentare di sbarragli la strada dovrebbero essere Pierpaolo Di Prima, Anna Mauceri, Joseph Cacioppo e Giacomo Abruzzo, ma appare probabile che alla fine le liste civiche siano tre. Ad Aragona si ricandida Salvatore Parello, gli altri possibili candidati sono: Peppe Pendolino, Alessandra Graceffa per il Movimento Cinque Stelle e l’ex sindaco Biagio Bellanca. A Casteltermini il Movimento 5 stelle ha ufficializzato la candidatura a sindaco di Filippo Pellitteri e dei dodici candidati pentastellati al consiglio comunale. La sfida potrebbe essere con Salvatore Nicastro. A Montallegro ancora non sembra esserci nulla di certo se non la non candidatura dell’attuale sindaco Pietro Baglio. Tra i nomi che circolano ormai da tempo come possibili candidati a sindaco quelli di Roberto Caruana, Giovanni Cirillo, Andrea Iatì, Francesco Scalia e Francesco Colletti.