Maxi discarica abusiva sequestrata a Menfi, 4 denunce

Una maxi discarica abusiva è stata scoperta e sequestrata in contrada Genovese a Menfi dalla Guardia di finanza che ha denunciato quattro persone. Nell’area, estesa per 33mila metri quadrati e che qualche anno fa ospitava un impianto industriale oggi in disuso, sono stati trovati scarti da produzione di calce idrata e di intonaci per uso edile, oltre a un ampio sversamento di catrame. Le ulteriori indagini, eseguite dalle Fiamme gialle e coordinate dal sostituto procuratore della Procura di Sciacca, Carlo Boranga, hanno permesso di accertare come l’area, grande quanto cinque campi da calcio, fosse stata a suo tempo gestita dalla Focat srl, impresa con sede amministrativa a Valderice e che sin dai primi anni ’70 operava nel settore della produzione di calce. La società fu dichiarata fallita nel dicembre 2015, ma nel periodo precedente, a causa della crisi di liquidità “l’impossibilità di sostenere i costi smaltimento degli scarti di produzione, sostanze altamente inquinanti – spiegano gli investigatori – aveva determinato il deposito di tali residui nel terreno antistante l’impianto da parte degli amministratori della Focat srl”. L’accumulo dei materiali di scarto ha comportato la formazione di enormi depositi a diretto contatto con il suolo e l’aria, privi di ogni minima protezione dagli agenti atmosferici. “In un momento di crisi aziendale che sarebbe poi diventato irreversibile – spiegano dalla Guardia di finanza – gli amministratori pro tempore della Focat srl continuarono a operare sul mercato garantendosi una sostanziale riduzione dei costi aziendali che erano tenuti invece a sobbarcarsi per lo smaltimento dei rifiuti”. Con l’ausilio dei tecnici dell’Azienda sanitaria provinciale e dell’Arpa di Agrigento, le Fiamme gialle hanno accertato come tali rifiuti, composti soprattutto da idrocarburi saturi ad alto peso molecolare, avessero un elevato impatto ambientale, costituendo “un potenziale pericolo per la sottostante falda acquifera e, dunque, per la salute umana”. Oltre al sequestro dell’area la Guardia di finanza ha denunciato a piede libero i quattro legali rappresentanti della Focat srl per realizzazione di discarica abusiva.