SHARE

La terna nella quale Papa Francesco potra’ scegliere il successore di Angelo Bagnasco alla presidenza della Cei e’ composta dal cardinale di Perugia, Gualtiero Bassetti, dal vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla e dal cardinale di Agrigento Francesco Montenegro. Per eleggerala l’Assemblea Cei ha avuto bisogno di sei votazioni. Nella prima, infatti, Bassettie Brambilla ebbero entrambi 44 voti e Montenegro 34. Ma nei successivi scrutinii i voti hanno fatto volare il cardinale di Perugia a 134 voti, quello di Agrigento a 126, lasciando Brambilla a 115. Si e’ votato distintamente per i tre “posti” nella terna. Dopo i primi voti i candidati dovevano essere solo i primi due piu’ votati, cosi’ per il primo posto al ballottaggio Brambilla ha totalizzato “solo” 86 voti. Mentre nella seconda votazione per il secondo posto ha avuto 67 voti Montenegro e 20 il cardinale di Firenze Betori, risultando dunque eletto Brambilla con 115. Montenegro, dopo l’elezione di Bassetti e Brambilla non ha avuto bisogno che di una sola votazione raggiungendo i 126 consensi, mentre hanno avuto voti anche Betori, 42, e monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, 11. La votazione era a porte chiuse ma il sito specializzato FarodiRoma.it ha informato in diretta sui diversi scrutinii elettronici.