SHARE

Si e’ conclusa con il ritrovamento di beni di interesse storico artistico, l’attivita’ volta alla tutela del patrimonio artistico e culturale che ha portato la Guardia di Finanza di Sciacca a individuare e sequestrare numerosi reperti archeologici di eta’ bizantina detenuti illegalmente presso il proprio domicilio da un pensionato. I finanzieri hanno trovato 122 maioliche decorative della tomba gentilizia “Virgadamo” le quali, insieme al materiale gia’ sequestrato, consentono la ricostruzione dell’intera facciata della sepoltura. I reperti in ceramica settecentesca fungevano in origine da mosaico ornamentale alla tomba ed erano stati rubati nei primi anni 2000 nel cimitero di Burgio. La tomba era stata tutelata con decreto della Sovrintendenza dei beni artistici e culturali di Agrigento perche’ ritenuta di interesse storico-artistico ed etno-antropologico. I militari hanno sequestrato i reperti e denunciato il responsabile per ricettazione e impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato.

SHARE