SHARE

Iniziano ad entrare nel vivo le celebrazioni del 150° anniversario della nascita di Luigi Pirandello. Questa mattina, lunedì 29 maggio, ad accendere di entusiasmo il Teatro Pirandello di Agrigento – si legge in una nota – sono state le numerose scolaresche provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, in occasione del Concorso nazionale “Uno nessuno e centomila” promosso dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con la Fondazione Teatro Luigi Pirandello, il Distretto Turistico Valle dei Templi e la Strada degli Scrittori.

A riscaldare con il loro affetto e la loro simpatia i primi studenti giunti da Francia, Romania, Turchia, Spagna, Libano e varie città italiane tra cui Rivoli, Chioggia, Avellino, Reggio Calabria, Caltagirone, sono stati gli studenti dei liceo classico “Empedocle” e del liceo scientifico “Leonardo” di Agrigento. Ad incontrarli anche il Rettore dell’Università “Spiru Haret” di Bucarest, Aurelian Bondrea, accolto dal sindaco Lillo Firetto, dall’assessore comunale Beniamino Biondi e dal presidente dell’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, Alfredo Prado. Bondrea, assieme al pro-rettore della stessa Università, ha salutato i suoi connazionali di Cluj, tra i premiati del concorso: “Siamo lieti di essere ad Agrigento per la prima volta. Oggi i nostri rapporti si stringono ancora di più. La Romania è una nazione che fu conquistata dai Romani e con grande orgoglio i rumeni portano nel cuore queste comuni origini”.

In attesa dell’arrivo dei rimanenti gruppi che parteciperanno alla cerimonia di premiazione del Concorso, i ragazzi hanno iniziato le attività di laboratori di teatro, alla presenza dei loro compagni di Agrigento, e sotto la guida del regista Marco Savatteri, dell’attore romano Giuseppe Orsillo e dei collaboratori della Casa del Musical. I giovani studenti si preparano a portare sul palco i corti teatrali ispirati alle novelle del drammaturgo agrigentino premiati dal Concorso “Uno, nessuno e centomila”. Come stare sul palco, in che modo migliorare la performance teatrale, come sentire il proprio corpo, il rapporto tra scena e platea: sono gli argomenti trattati durante il laboratori. Il liceo classico “Foscolo” di Canicattì ha svolto la sua rappresentazione de “Il mondo di carta”.

La cerimonia di premiazione del Concorso avverrà nell’ambito del Festival della Strada degli Scrittori, giovedì 1 giugno alle ore 10 al Teatro Pirandello e vedrà la partecipazione dei massimi vertici del Ministero dell’Istruzione – in particolare del sottosegretario Vito De Filippo e del Dirigente della Direzione Generale del MIUR per lo Studente, l’integrazione e la partecipazione, Giuseppe Pierro, nonché di Serena Bonito della Direzione Generale Promozione Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri.