“Scopri-Tarta”, grande partecipazione delle scuole alla giornata conclusiva

Si è conclusa con grande partecipazione di alunni e docenti delle classi vincitrici la seconda e ultima edizione del concorso di educazione ambientale “Scopri-Tarta”, che il Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha coordinato per tutta la Sicilia nell’ambito dell’azione E3 del progetto UE LIFE+ “Tartalife – Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale” (LIFE12 NAT/IT/000937). Una giornata intensa, che al mattino ha visto almeno 400 alunni provenienti da tutte le province siciliane partecipare con grande entusiasmo sulla spiaggia di San Leone alla liberazione di un esemplare di Tartaruga marina, curata nel Centro di Recupero Tartarughe Marine di Lampedusa. Evento coordinato dal Libero Consorzio con il supporto della Ripartizione Faunistico-Venatoria di Agrigento, degli operatori della Riserva Naturale di Torre Salsa del WWF e della biologa Daniela Freggi, direttrice del Centro di Recupero di Lampedusa, che ha intrattenuto i ragazzi e i docenti sui gravi pericoli che corre la popolazione di questa specie nel Mediterraneo a causa dell’impatto di varie attività umane, in primis la pesca professionale.
Nel pomeriggio invece la premiazione delle classi vincitrici, alla quale ha partecipato il Commissario Straordinario del Libero Consorzio dr. Giuseppe Marino, visibilmente soddisfatto per i contenuti del progetto e per la grande partecipazione delle scuole, e che ha espresso apprezzamento per l’attività dello staff del Settore Ambiente diretto dal dr. Fabrizio Caruana. Presenti anche la vice dirigente dell’ufficio scolastico provinciale prof.ssa Stefania Ierna e il presidente del WWF di Agrigento arch. Giuseppe Mazzotta.
In archivio lo “Scopri-tarta”, le attività del Libero Consorzio sul progetto Tartalife proseguiranno nelle prossime settimane, e sino a tutto il mese di settembre, con la ripresa degli appuntamenti “Tartaworld” sulle spiagge della provincia.