SHARE

Il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi ha visitato il Distaccamento del Corpo dei Vigili del Fuoco di Lampedusa, consegnando anche una onorificenza al personale di Lampedusa che si e’ distinto in occasione del naufragio di un peschereccio egiziano. Subito dopo ha incontrato il sindaco di Lampedusa e Linosa. “Il Distaccamento dell’isola piu’ a Sud d’Europa – ha dichiarato Giusi Nicolini – deve essere motivo di orgoglio per il Corpo nazionale, perche’ svolge quotidianamente un ruolo molto importante in un avamposto di frontiera come l’isola di Lampedusa. Qui i Vigili del Fuoco offrono un contributo fondamentale come presidio per la sicurezza aeroportuale e di tutta la comunita’ isolana, e come riferimento ineludibile per ogni emergenza sul territorio, compresa quella dell’immigrazione”. Proprio per queste ragioni, il sindaco Nicolini ha ribadito al Capo del Corpo Giomi le richieste che ha avanzato al sottosegretario Gianpiero Bocci: “Occorre potenziare e articolare la presenza dei Vigili del Fuoco sul territorio, oltre che col Distaccamento volontario di Linosa, anche con un presidio portuale. Ma soprattutto la prima cosa da fare e’ coprire la carenza di organico con un concorso che preveda una riserva di posti per i residenti nelle isole Lampedusa, Linosa e Pantelleria. Cio’ al fine di evitare di coprire i vuoti di organico con l’utilizzo di personale pendolare che spesso si assenta, depotenziando il Corpo”.

SHARE