SHARE

“Con il primo sopralluogo in campo ha avuto inzio il progetto di monitiraggio e ricerca voluto dalla nostra Associazione per la Tutela per Pistacchio tra gli ispettori fitosanitari di Agrigento, i ricercatori delle università di Palermo e Catania, insieme ai rappresentanti dell’associazione parte ufficialmente il progetto di ricerca sulla difesa fitosanitaria del pistacchio”. Lo dice il presidente dell’associazione Pistacchio di Raffadali CAlogero Frenda.

“La nostra associazione, che rappresenta numerosi produttori di pistacchio nella provincia di Agrigento, ha fortemente voluto questa ricerca richiedendo formalmente all’Assessorato Agricoltura l’avvio di un progetto innovativo per migliorare le tecniche di produzione e tutelare la salute delle piante. Il progetto biennale finanziato dal Assessorato Regionale all’Agricoltura con fondi del servizio fitosanitario – spiega – avrà l’obiettivo di sviluppare una serie di prove su una tipologia di larva che danneggia i frutti e su una cimice che provoca l’alterazione del gusto e lo svuotamento del pistacchio. Costruire un sistema di tutela fitosanitaria efficace al servizio delle nostre aziende è indispensabile acquisire un Know how tecnico scientifico in grado di migliorare la qualità del prodotto e la produttività del settore”.