SHARE

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del sindaco di Montevago Margherita La Rocca Ruvolo in replica al comunicato dell’opposizione.  “A chi si affida, per carenze proprie, a regie da Prima Repubblica; a chi non è evidentemente in grado di comprendere il senso di “fare opposizione” senza ricorrere ai soliti e obsoleti metodi, a questi soggetti la relazione di fine anno garantirà tutte le risposte. Potranno così fugare ogni dubbio in merito “all’abbandono” in cui verserebbe la cittadina termale di Montevago. A tutte le “preoccupazioni” fino ad ora espresse e a molto altro, risponderà la suddetta relazione che mi appresto a presentare nel primo consiglio comunale utile di luglio.

Ricordo, tuttavia, che una delle principali preoccupazioni in campagna elettorale della lista “Uniti per crescere” era l’assenza della candidata Margherita La Rocca Ruvolo una volta eletta. Dopo un anno, come mai su questo tema non si è più tornati? Forse questa preoccupazione non è stata suffragata dai fatti? Forse la presenza assidua del Sindaco ha disorientato l’Opposizione? Forse i consiglieri di opposizione per “stasi decisionale” si riferiscono alla trasparenza nei processi decisionali degli uffici comunali, in raccordo con l’Amministrazione? O forse permettere a tutti i professionisti del territorio, e non solo ad alcuni e sempre gli stessi, di avere accesso alle opportunità lavorative nel rispetto delle regole può essere considerato “burocratismo”?

Parlando poi di vecchio centro, fa lo stesso errore di scarso senso civico, oltre che di infrazione della legge, sia chi brucia i rifiuti nella vecchia Montevago, sia chi utilizza le abitazioni del vecchio centro – oggi demanio dello Stato – impropriamente (vedasi ordinanza del sindaco pro-tempore Dott. Antonino Barrile e della sottoscritta). Colgo l’occasione per ringraziare la mia maggioranza per il lavoro di squadra portato avanti ogni giorno. Sono e saranno solo i miei concittadini a giudicare il lavoro svolto e non chi, come dice De André: “dà buoni consigli, non potendo più dare cattivo esempio”. Mi permetto di allegare alcune foto di come appare oggi la città di Montevago”.

 

SHARE