SHARE

Sono cominciati lunedì scorso i lavori per l’ampliamento della terrazza panoramica con vista sulla Scala dei Turchi. Il belvedere, realizzato dal comune di Realmonte in collaborazione con il Fai su un’area di 600 metri quadrati in cui è stata demolita una casa abusiva, sarà esteso fino a 1.200 metri quadrati e sarà complessivamente lungo circa 140 metri. “I lavori – ha spiegato il sindaco Lillo Zicari – sono già cominciati questa settimana e sono completamente a carico del comune, le opere verranno realizzate da dipendenti comunali. Andremo così ad ampliare ulteriormente la terrazza panoramica realizzata in collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano con cui prosegue il rapporto di collaborazione. Visto che il belvedere in questi mesi molto apprezzato dai turisti ed ha fatto da scenario a diverse iniziative pubbliche – ha proseguito il primo cittadino – abbiamo pensato di procedere con l’ampliamento in modo da dare ai turisti la possibilità di godere al meglio i suggestivi panorami dei luoghi della Scala dei Turchi diventata in questi anni famosa in tutto il mondo. I lavori saranno conclusi nel giro di un mese, faremo l’inaugurazione comunque entro l’estate. Il progetto – ha spiegato il sindaco – prevede la sistemazione dei luoghi, la realizzazione di una staccionata, delle panchine in legno e la cartellonistica La location si presta bene anche per l’organizzazione di eventi artistici e culturali, anche in questa direzione continuerà la collaborazione tra il comune di Realmonte e i Fai”.

Intanto, va avanti il nuovo piano di gestione della Scala dei Turchi messo in campo dall’amministrazione comunale dopo le polemiche con il proprietario delle particelle catastali dell’area su cui ricade la scogliera bianca tra le più famose al mondo, Ferdinando Sciabbarrà, e con il responsabile dell’associazione Mareamico di Agrigento, Claudio Lombardo, che avevano annunciato un piano di gestione – che prevedeva il ticket d’ingresso – contro il quale si è però schierato il comune di Realmonte con un atto di citazione a giudizio davanti al tribunale di Agrigento chiamato così a decidere sul contenzioso tra pubblico e privato. Quattro persone si occupano tutto il giorno della sorveglianza del sito e forniscono informazioni ai turisti. Nel frattempo si lavora anche per un nuovo parcheggio e un servizio navetta. Il comune ha infatti pubblicato un avviso esplorativo per manifestazione d’interesse propedeutico per partecipare alla procedura negoziata per l’affidamento del servizio di parcheggio custodito a pagamento in località Scavuzzo e un servizio navetta per collegare il parcheggio con le località balneari di Punta Grande, Scala dei Turchi e il centro abitato di Realmonte.

SHARE