SHARE

Vanno avanti a tutto spiano i lavori per la realizzazione del resort Adler in contrada Torre Salsa, tra Montallegro e Siculiana, vicino alla riserva naturale gestita dal Wwf. Operai e tecnici sono a lavoro già da quasi tre mesi. Notevole, in zona, la presenza e il transito di mezzi pesanti tra camion, escavatori e pale meccaniche. Si scava senza sosta, si passano i tubi per l’acqua e i fili per l’energia elettrica, si creano i percorsi, si costruiscono le prime fondamenta della struttura, si riqualifica il verde con arbusti e piante della macchia mediterranea, come previsto dal progetto.

L’ultimazione dei lavori è fissata per il mese di marzo del 2020. L’investimento complessivo è di 45 milioni di euro, di cui oltre 10 milioni arrivano da un finanziamento approvato da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del Ministero dell’Economia, che nell’Agrigentino ha già contribuito alla realizzazione del Verdura Golf Resort di Rocco Forte tra Sciacca e Ribera.

Il nuovo Adler Spa Resort, secondo quanto previsto dal progetto, darà lavoro a 200 persone per due anni in fase di costruzione e altri 140 dipendenti saranno assunti all’interno della struttura. “Un’opportunità concreta per il nostro territorio”, ha detto il sindaco di Siculiana Leonardo Lauricella. A realizzare l’opera è la Ritempra Spa con sede legale a Ortisei (Bozano). L’impresa esecutrice dei lavori e la “Torre Salsa Lavori Scarl” di Santa Venerina (Catania). Il progetto porta la firma dell’architetto Ugo J. Demetz. Il direttore tecnico è l’architetto Salvatore Tringali; il collaudatore statico in corso d’opera l’ingegnere Adriano De Francisci. Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione l’architetto Rosanna La Rosa. Assistente ai lavori per l’ufficio della direzione dei lavori i geometra Giuseppe Livia; il direttore tecnico dell’impresa l’ingegnere Alberto Zappulla; il direttore tecnico del cantiere l’ingegnere Leonardo Castiglia. Il capo cantiere è Giuseppe Manuella. “Siamo entusiasti e motivati di poter realizzare questo progetto in un contesto così affascinante come lo è la Sicilia in generale e il luogo dove si trova in particolare”, ha detto l’imprenditore Andreas Sanoner, rappresentante legale della società altotesina che fa capo alla famiglia Sanoner che si occupa da due secoli di impresa turistica. “Realizzeremo una struttura molto bella, con un concetto architettonico particolare, molto poco impattante e molto innovativo, anche dal punto di vista della eco-architettura”.

SHARE