SHARE

Sfrattato per morosità da un’abitazione privata chiede al sindaco l’assegnazione della casa popolare per la quale è in graduatoria. Intanto, Pasquale Nocera, 57 anni, pittore di San Giovanni Gemini – autore fra l’altro di una scalinata in ceramica che raffigura il Carro di Gesù Nazareno a San Giovanni Gemini e numerosi affreschi in chiese siciliane e case private – vive già da diversi giorni in una stanza ricavata dai locali della canonica della Chiesa Madre di San Giovanni Gemini. L’uomo, dopo lo sfratto, è stato costretto a portare via arredi che sono adesso sistemati ai piedi della scalinata della chiesa. Dopo essersi rivolto al sindaco Carmelo Panepinto, Pasquale Nocera, in arte Arkone, è stato accolto da don Luca Restivo, arciprete di San Giovanni Gemini: “Abbiamo attivato la Caritas – ha detto il parroco – adesso attendiamo risposte dalle istituzioni”. Diversi i messaggi di solidarietà su Facebook e le sollecitazioni all’amministrazione comunale.

“Chiedo al sindaco – ha detto Pasquale Nocera – l’assegnazione urgente dell’alloggio popolare che mi spetta di diritto. Alcune case – ha proseguito – sono già state assegnate, altre sono vuote, mentre io sono rimasto senza casa. Ringrazio don Luca Restivo per l’ospitalità, ma così non posso andare avanti. E ritengo ingiusto – ha aggiunto l’artista – che vengano assegnati alloggi popolari a persone emigrate all’estero mentre io sono senza tetto pur essendo in graduatoria per l’assegnazione. Sto cercando un avvocato che possa aiutarmi in questa difficile situazione che sto attraversando”.

“Noi – ha spiegato il sindaco di San Giovanni Gemini Carmelo Panepinto – abbiamo provveduto ad assegnare i primi sette alloggi popolari. Il signor Pasquale Nocera, nella graduatoria stilata dall’apposita commissione, come si legge nella determina del segretario comunale, è alla quindicesima posizione. Dunque quando arriveremo alla quindicesima posizione – ha detto il primo cittadino – il signor Nocera avrà il suo alloggio popolare. Io – ha proseguito – non ho il potere di bypassare l’elenco venuto fuori dal verbale della riunione della commissione. Non posso farmi denunciare dalle persone che sono in posizioni più utili rispetto a lui e che certamente – ha sottolineato Panepinto – hanno altrettanto bisogno ma che non hanno inscenato questa protesta creando un caso mediatico”.

SHARE