SHARE

“Ghost Rider” è il nome dell’operazione anti assenteismo all’ospedale di Ribera che nei giorni scorsi ha portato alla notifica degli avvisi di conclusione delle indagini preliminari per 34 indagati, 7 dei quali raggiunti dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiano alla polizia giudiziaria disposte dal gip del tribunale di Sciacca Alberto Davico. L’inchiesta, coordinata dalla procura della Repubblica saccense e svolta dalla compagnia della Guardia di Finanza di Sciacca guidata dal comandante Luigi Carluccio, coinvolge medici, infermieri e personale amministrativo.

Le misure cautelari dell’obbligo di presentazione, tutti i giorni, dalle 19 alle 20, alla polizia giudiziaria sono state disposte nei confronti di Felice Milioto, 51 anni, consigliere comunale di Cianciana, Davide Caico, 46 anni, consigliere comunale di Ribera; Giovanni Marù, di 66, di Gela; Carmelo Tortorici, di 60, di Ribera; Silvana e Serafino Galletta, di 62 e 69 anni, di Ribera;  Vincenzo Caternicchia, di 57, di Ribera. Per loro la  Procura della Repubblica aveva chiesto gli arresti domiciliari, richiesta non accolta dal gip.

Coinvolti nell’inchiesta anche l’ex sindaco di Cattolica Eraclea Nino Aquilino, 61 anni, e il consigliere comunale  Giovanni Angelo Panarisi, di 58, di Montallegro.

Per loro la notifica della conclusione delle indagini insieme a;  Calogero Triolo, di 67 anni, di Agrigento; Paola Veneziano, di 45 anni, di Ribera; Calogero Schifano, di 62 anni, di Favara; Nino Riggi, di 61 anni, di Ribera; Liborio Saladino, di 54 anni, di Sciacca; Francesco Alfano, di 43 anni, di Agrigento; Francesco Russo, di 48 anni, di Ribera; Maria Vaccaro, di 62 anni, di Ribera; Francesco Baiamonte, di 53 anni, di Ribera; Maria Garufo, di 59 anni, di Cattolica Eraclea; Salvatore Aiello, di 62 anni, di Mazara del Vallo; Salvatore Dimino, di 56 anni, di Menfi;  Francesco Virgadamo, di 62 anni, di Burgio; Anna Maria Bono, di 52 anni, di Marsala; Antonio Scaglione, di 56 anni, di Ribera; Lucia Sarullo, di 55 anni, di Ribera; Pasquale Piazza, di 54 anni, di Cattolica Eraclea; Vincenzo Craparo, di 44 anni, di Sciacca; Maria Fiammetta Tararà, di 62 anni, di San Biagio Platani; Antonino Russo, di 49 anni, di Ribera; Alfonso Di Maria, di 49 anni, di Agrigento; Antonio Pagano, di 48 anni, di Lucca Sicula; Nicolò Colletti, di 64 anni, di Santa Margherita Belice; Giuseppe Comparetto, di 57 anni, di Agrigento;  Vincenzo Tramuta, di 48 anni, di Ribera.

Adesso, dopo la notifica della chiusura delle indagini, si attende la convocazione dell’udienza preliminare davanti al gup che dovrà decidere sul rinvio a giudizio o il non luogo a procedere.