Casa: compravendita immobili in Sicilia in aumento (+ 12,4%), calo prezzi ad Agrigento

Le compravendite di immobili residenziali in Sicilia sono cresciute del 12,4% rispetto al 2015, attestandosi per il 2016 a 33.819. E’ il dato piu’ significativo emerso durante la conferenza stampa che si e’ svolta oggi presso l’Agenzia delle Entrate della Sicilia, organizzata dal Direttore regionale, Pasquale Stellacci, alla presenza del Direttore centrale Osservatorio mercato immobiliare (OMI) e servizi estimativi, Gianni Guerrieri. Secondo le statistiche regionali OMI, infatti, il mercato residenziale siciliano e’ in netta ripresa e tutte le province presentano incrementi delle compravendite, con Catania (+20,3%), Ragusa (+19,9 %) e Messina (+17,7%) in testa. Seguono a ruota le province di Caltanissetta (+9,4%), Agrigento (+8,9%), Trapani (+8,2%), Palermo (+8%), Siracusa (+6,5%) ed Enna (+4,5%); trend positivo anche per tutti i capoluoghi di provincia, ad eccezione di Enna che registra una flessione di 18,3 punti percentuale. La superficie media per unita’ abitativa compravenduta dei capoluoghi siciliani e’ pari a 106,7 m2, mentre su base provinciale le abitazioni misurano in media 109,9 m2. Gli immobili piu’ venduti sono quelli di consistenza “media”, sia per i capoluoghi che per la provincia. Le quotazioni degli immobili presentano un trend discendente rispetto al 2015 con un valore medio per le citta’ capoluogo pari a 1.173 /m2. Il calo piu’ marcato dei prezzi ha interessato le citta’ di Agrigento (-6,0%), Catania (-4,2%) e Palermo (-3,6%). Le quotazioni delle abitazioni in provincia sono piu’ basse rispetto a quelle dei capoluoghi, attestandosi mediamente intorno a 788 /m2. In linea generale, si registra una costante diminuzione dei prezzi delle abitazioni a partire dal 2012.