Libri: “Conversazioni Saracene” a Sambuca di Sicilia dal 26 luglio al 20 agosto

I vecchi vicoli saraceni di Sambuca di Sicilia sono stati per secoli luogo di conversazioni, di voci, di chiacchiere la sera. Con questo Obiettivo Gloria Origgi, scrittrice milanese che vive a Parigi, docente di filosofia all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, ha lanciato l’idea di rianimare i vicoli con la manifestazione Conversazioni Saracene, una serie di incontri che si svolgeranno a Sambuca dal 26 luglio al 20 agosto. “Approfittando del passaggio di amici, conoscenti, di intellettuali di varie parti del mondo che vengono a godere delle bellezze di Sambuca – spiega Origgi che tra i vicoli ha preso casa – le Conversazioni Saracene vogliono aprire nuovi dialoghi, intrecciare nuove voci, parlare di libri, di cultura e di come la cultura puo’ aiutarci a capire il nostro presente”. Tutti gli incontri si svolgeranno all’imbrunire, a partire dalle 19. Si comincia mercoledi’ 26 luglio a Palazzo Panitteri con Stephen Holmes, newyorkese innamorato da sempre dell’Italia, i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo, anche in Italia (si veda per esempio il libro con Cass Sunstein: Il costo dei diritti). Autore di saggi sulla democrazia, critico feroce dell’intervento americano in Irak, lo scrittore parlera’ del futuro della democrazia ai tempi di Trump. Il secondo appuntamento Venerdi’ 28 luglio al Cortile Riggio con Alberto Saibene, editore, giornalista, scrittore, regista, animatore instancabile della vita culturale milanese, che parlera’ di un’Italia che non esiste piu’ in cui gli imprenditori sapevano fare cultura presentando il suo libro “L’Italia di Adriano Olivetti” (Edizioni Comunita’ 2017). Giovedi’ 10 agosto sara’ la volta di Andrea Goldstein, economista all’Ocse di Parigi, ora Direttore di Nomisma, esperto di globalizzazione, di mercati emergenti, che presentera’ il suo ultimo libro dal titolo “Capitalismo rosso: gli investimenti cinesi in Italia” (Bocconi 2016). Il ciclo di incontro si concludera’ domenica 20 agosto a Palazzo Panitteri con Diego Gambetta, sociologo a Oxford e ora all’Istituto Universitario Europeo di Firenze. Autore del famoso libro La Mafia Siciliana: un’industria della protezione privata, Einaudi 1994, e di molti altri studi sui gruppi criminali, Gambetta parlera’ del suo ultimo libro che spiega chi sono i terroristi della Jihad (Ingegneri della Jihad, Milano, Bocconi, 2017).