Torre Salsa, allontanate barche vicine alla battigia

Tolleranza zero della Capitaneria di Porto Empedocle contro gli illeciti sulle spiagge agrigentine. Controlli a tappeto su tutto il litorale di competenza, alcune pattuglie hanno passato al setaccio il mare al largo della spiaggia di Monte Stella, a Torre Salsa, evitando che le imbarcazioni si avvicinassero troppo all’arenile. I pattugliamenti della Guardia costiera, come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, sono stati ripresi in un video diffuso dall’associazione ambientalista, Mareamico Agrigento. “Da anni – spiega Claudio Lombardo, leader di Mareamico Agrigento – ogni domenica, 30-50 imbarcazioni a motore invadono il bagnasciuga della più bella spiaggia di Torre Salsa. Domenica scorsa un’imbarcazione della Capitaneria ha bloccato e mantenuto a distanza tutti i diportisti. Non era mai accaduto. Speriamo che l’operazione venga ripetuta nel tempo al fine di scoraggiare questa triste ed incivile consuetudine”. Si tratta, fanno sapere dalla Capitaneria di Porto, delle attività di controllo legate all’operazione «Mare Sicuro 2017» che, come ogni anno, mira a garantire il sicuro svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare. Per l’Operazione «Mare sicuro 2017», disposta a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, nella giurisdizione del Circondario Marittimo di Porto Empedocle (che si estende dalla foce del torrente Bellapietra alla foce del fiume Naro, comprendente i comuni costieri di Agrigento, Porto Empedocle, Realmonte, Siculiana, Montallegro, Cattolica Eraclea, Ribera e parte del Comune di Sciacca), fino al 17 settembre verranno impiegati 40 militari, 3 motovedette, un gommone litoraneo e 5 mezzi terrestri. Il personale della Guardia costiera ogni giorno è presente lungo le spiagge e in mare, presso gli stabilimenti balneari e nelle strutture dedicate alla nautica da diporto, impegnato a prevenire e reprimere gli eventuali comportamenti contrari alla disciplina di sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di impedire ogni condotta imprudente in mare e lungo le coste allo scopo di evitare incidenti e favorire una sicura e libera fruizione dei litorali. Tali obiettivi sono strettamente connessi alla tutela e protezione dell’ambiente marino e costiero e delle risorse ittiche, attività che la Guardia costiera svolge come prioritaria per l’intero arco dell’anno e che nel periodo estivo viene ulteriormente perseguita con sempre maggiore sforzo operativo in considerazione del noto incremento delle criticità connesse con la depurazione, nonché delle condotte illecite in danno dell’ambiente marino.