Google Camp, la Valle chiusa in anticipo: ad Agrigento possibile presenza di Silvio Berlusconi e Monica Bellucci

Lunedì, l’accesso alla Valle dei Templi sarà possibile fino alle 15. Alle 16, poi, uscita obbligatoria. Lo ha annunciato il direttore del Parco archeologico Giuseppe Parello parlando di «motivi di sicurezza». Lunedì, in realtà, è il giorno – per il terzo anno consecutivo – del «Google Camp», la convention del colosso di Mountain View. Secondo le pochissime indiscrezioni fino ad ora filtrate, l’indomani – primo agosto – i big del colosso di Mountain View: Larry Page e Sergey Brin, amministratori delegati, grandi esponenti dell’high tech, dell’industria, della finanza globale e celebrità di tutto il mondo si ritroveranno al baglio San Vincenzo di Menfi. Sono ore frenetiche, quelle attuali, perché si stanno definendo tutti i dettagli del «Google Camp 2017».

Gli ospiti del grande evento torneranno, inoltre, a quanto pare, anche al Verdura golf resort, come riporta il Giornale di Sicilia. Al momento, una delle poche certezze è rappresentata dal fatto che lunedì pomeriggio – così come è sempre è stato nei due anni precedenti – la Valle dei Templi sarà off-limits e super blindata. E questo, naturalmente, per consentire lo svolgimento della cena dei grandi dell’high tech, dell’industria e della finanza globale, all’ombra dei Templi.

Intanto, impazza il «toto-vip». Sono, infatti, tante le indiscrezioni che circolano sui tanti vip che parteciperanno a Google Camp. C’è il più stretto riserbo, certo. Esattamente come vuole la “tradizione”. Ma potrebbero arrivare il patron di Facebook, Mark Zuckerberg ed il fondatore di Microsoft, Bill Gates.

Dopo il successo della sfilata di Palermo, potrebbero arrivare anche gli stilisti Dolce & Gabbana, insieme a Giorgio Armani. Tra i magnati dell’economia, potrebbero essere presenti anche Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca e John e Lapo Elkann. Infine, possibile anche la presenza dell’ex premier Silvio Berlusconi e dell’attrice Monica Bellucci.

Nel corso delle edizioni passate sono giunti ad Agrigento i ceo di Ebay, Snapchat e Uber e vip del calibro di Alicia Keys, Eva Longoria, David Beckham e, tra gli italiani, Jovanotti e Lapo Elkann. Nel 2015 ci fu anche Andrea Bocelli ad incantare gli ospiti con un concerto davanti al tempio della Concordia. Ed è proprio al tempio della Concordia che potrebbe tenersi, ancora una volta, la grande cena di gala. Agrigento è, «aiutata» anche dal blocco dei viaggi all’estero per timore di attacchi terroristici, è una destinazione in crescita per numero di visitatori e di strutture ricettive, soprattutto extralberghiere, sorte negli ultimi anni. E non a caso, è stata scelta per il terzo anno consecutivo proprio da Google per l’incontro più importante dell’anno che riunisce guru dell’informatica e vip internazionali. Ma è tutto il territorio, a dire il vero, in pieno fermento, come dimostra il successo della «Strada degli Scrittori» e l’interesse anche e soprattutto dall’estero per la «Farm Cultural Park» di Favara, dei coniugi Florinda ed Andrea Bartoli, ispiratori e fondatori di questo progetto innovativo che, proprio quest’anno a Travelexpo, sono stati inseriti tra i «Magnifici sette del turismo siciliano», proprio per l’attenzione posta a Favara che oggi è riuscita a diventare la seconda destinazione turistica dell’agrigentino subito dopo la Valle dei Templi.