Cinque bagnanti in difficoltà soccorsi dai bagnini a San Leone e a Porto Empedocle

Sono già cinque le persone salvate nelle spiagge agrigentine dopo l’arrivo del maestrale che ha generato pericolose correnti. In due zone distinte, alla Pubblica sicurezza di San Leone e in contrada Caos a Porto Empedocle, sono stati soccorsi un ragazzo, un anziano e tre bambini di 2, 4 e 12 anni. Nel primo caso, come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, è stato un bagnante a rendersi provvidenziale portando in salvo prima un anziano, che non riusciva più a rientrare, e poi un ragazzo nonostante l’intervento del bagnino, anche lui in difficoltà. Francesco Salamone, emigrato in Germania, da pochi giorni nella sua città per le ferie. Al Caos, invece, è stato il bagnino Andrea Buccheri della cooperativa Ulisse di Calogero Sedino, con la collaborazione di Rossella Mulè, a portare in salvo tre bambini su un canotto trascinato dalla corrente.