Turismo, tassa di soggiorno ad Agrigento: 18 mila euro in 15 giorni

A quasi un mese di distanza dall’introduzione della tassa di soggiorno nella città dei Templi è già tempo di bilanci in attesa degli incassi relativi ai primi 30 giorni di applicazione della nuova normativa. Secondo le stime calcolate dagli uffici comunali, quando tutti i gestori delle strutture ricettive presenti della città dei templi saranno chiamati a versare ciò che hanno riscosso nel primo mese di applicazione, il Comune di Agrigento dovrebbe incassare circa 36 mila euro, come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola. A questa previsione si arriva attraverso la valutazione degli incassi della tassa di soggiorno ottenuti dal 15 luglio (giorno dell’entrata in vigore) al 30 luglio. In questo caso l’introito ammonta a 18 mila euro e, salvo flessioni in negativo, la stessa cifra dovrebbe essere garantita anche nei successivi 15 giorni ed ecco che si arriva ai 36 mila euro nel primo mese. Le tariffe variano da 1 a 3 euro al giorno. “Siamo ancora alla fase di avvio – ha detto il sindaco Lillo Firetto – ma già così mi sembra un ottimo risultato. Sono sicuro che il gettito aumenterà in maniera esponenziale”.