Enoturismo, boom di visite in cantina nell’Agrigentino: a fare la parte del leone le Terre Sicane

Chiara Planeta accoglie enoturisti nella cantina Planeta di Sambuca di Sicilia

Boom di visite in cantina nell’Agrigentino. Sono sempre più numerosi i turisti, i winelovers e gli appassionati che, anche nel periodo della vendemmia, visitano le aziende agricole in provincia di Agrigento, da Menfi a Campobello di Licata passando per Cattolica Eraclea, Montallegro, Canicattì. “Arrivano soprattutto stranieri, italiani ce ne sono, ma quelli che più ci cercano per visitare la cantina e i vigneti, degustare i vini, sono i turisti stranieri”, racconta al Giornale di Sicilia Marilena Barbera, vignaiola 3.0, tra i trenta “Top Wine Influencer” più seguiti nel mondo secondo la classifica 2017 realizzata dal portale francese SocialVignerons.com.

Marilena Barbera, vignaiola 3.0, tra i trenta “Top Wine Influencer” più seguiti nel mondo

“Due tre visite in cantina al giorno, ormai in maniera costante, dalla fine di giugno. Abbiamo lavorato tanto a luglio – spiega la titolare delle Cantine Barbera di Menfi – soprattutto con turisti stranieri, persone che vengono a trovarti perché già ti conoscono per il lavoro che fai sul web, sui social, per le interazioni che hai avuto durante le fiere e quindi vengono a trovarti in cantina quando si trovano poi in vacanza. Dal Belgio sono arrivati dei turisti con le guide di un autore belga che consiglia di visitare la nostra cantina. Così anche dalla Svezia e da altre parti del mondo. C’è dunque un grande attenzione per le piccole aziende da parte degli enoturisti”.

“Si registra un trend positivo per l’enoturismo anche nell’Agrigentino”, dice Roberto Caruana, presidente di Terranostra, l’associazione per l’agriturismo, l’ambiente e il territorio di Coldiretti Sicilia e titolare del Baglio Caruana di Torre Salsa, tra Montallegro e Siculiana. “Nella nostra cantina – spiega – organizziamo almeno tre visite con degustazioni guidate a settimana durante la primavera e l’estate. Gli enoturisti oltre a visitare la cantina e i vigneti voglio conoscere le persone, le storie, le tradizioni di un luogo. Noi cerchiamo di dare il meglio di quello che il nostro territorio può esprimere in termini di qualità dei prodotti, bellezza del paesaggio, spirito di accoglienza”.

“C’è un crescente interesse per le visite in cantina, le degustazioni dei vini, le passeggiate tra i vigneti”, dice Ruggero Rizzuto. “In crescita, quest’estate, le presenze di appassionati ed enoturisti, soprattutto stranieri ma anche italiani e siciliani provenienti da ogni parte dell’isola. Ospitiamo spesso – racconta il titolare della cantine Rizzuto di Cattolica Eraclea – gruppi di ciclisti che attraversano la vecchia Statale 115 e si fermano per una sosta nella nostra cantina dove ospitiamo solo piccoli gruppi”. A fare la parte del leone nell’enoturismo agrigentino la Strada del Vino delle Terre Sicane che attraversa Menfi, Montevago, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belice. E’ Menfi la “patria” dei winlovers provenienti da ogni parte del mondo, terra di Planeta e Settesoli ma anche di tanti altri piccoli produttori e vignaioli in una città che fonda la sua economia sull’agricoltura e il turismo, che quest’anno è stata tra le location del Google Camp in Sicilia. Il 26 e 27 agosto va in scena Mandrarossa Vineyard Tour 2017, la maxi vendemmia nel vigneto più grande d’Europa tra degustazioni di vini e prodotti tipici, ma anche attività all’aria aperta. Un evento dedicato ad enoturisti e appassionati di enogastronomia, ambiente, agricoltura, cultura, sport e musica. Mandrarossa aprirà il suo territorio regalando ai partecipanti un’esperienza unica: dalla raccolta a mano delle uve nei vigneti che si affacciano sulla spiaggia delle Ciache Bianche alle degustazioni delle nuove annate dei vini abbinati ai pianti tradizionali preparati dalle Signore della Brigata Mandrarossa. Poi degustazione tecniche, showcooking, escursioni guidate, aperitivi serali, musica dal vivo e spettacoli. Il Mandrarossa Vineyard Tour 2017 è focalizzato sui temi della sostenibilità, del bien vivre e del rispetto dell’ambiente.