Lavoro nero nell’Agrigentino: blitz in 10 aziende, 37 lavoratori non in regola, sospese 2 imprese

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Agrigento, supportati dai militari del Comando Provinciale di Agrigento, nelle ultime due settimane hanno eseguito una serie di accessi nell’agro di Bivona, Menfi, Campobello di Licata, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita Belice e Cammarata. All’interno di 10 aziende ispezionate sono stati individuati 37 lavoratori in nero, conseguentemente due attività imprenditoriali sono state sospese mentre altre cinque non sono state sospese, ai sensi della circolare del Ministero del Lavoro 33/2009, per non arrecare danni al raccolto. Quattro imprenditori sono stati deferiti a piede libero per aver istallato un sistema di videosorveglianza senza l’autorizzazione dell’ I.T.L. di Agrigento e per non aver sottoposto alla prescritta visita medica 1 lavoratore minorenne e, nel complesso, sono state contestate sanzioni amministrative e ammende per 110.000 euro in danno dei titolari.