Migranti, emergenza sbarchi a Siculiana: sindaco informa cittadinanza su incontro col prefetto

“Dando seguito ad una specifica richiesta del Sindaco di Siculiana, Leonardo Lauricella, il 19 settembre, il sig. Prefetto di Agrigento, dott. Nicola Diomede, ha ricevuto le istituzioni locali per discutere sullo stato di allarme diffusosi tra i cittadini dopo l’incremento di sbarchi registratosi lungo le coste del territorio siculianese. L’incontro – come viene spiegato in una nota del Comune di Siculiana – ha visto la partecipazione da una parte del prefetto, del questore e del colonnello dei Carabinieri della compagnia di Agrigento, dall’altra del Sindaco, Leonardo Lauricella, della giunta al completo, del Presidente del Consiglio comunale, del capogruppo della maggioranza consiliare e del capogruppo di minoranza. Nella circostanza il Sindaco ha rappresentato, alle autorità presenti, il disagio e la preoccupazione della popolazione a ragione degli sbarchi recenti e del numero eccessivo di migranti presenti presso il centro di accoglienza ex Villa Sikania. Da qui l’esigenza sostenuta dal Sindaco Lauricella di limitare sensibilmente la presenza di migranti lungo le strade cittadine e presso le ville comunali non più frequentate dalle famiglie e dai bambini.

Anche il Presidente del Consiglio, Gianpaolo Mira, il capogruppo di minoranza, Vita Mazza, e quello di maggioranza, Lilly Alletto, come del resto anche gli Assessori, Enzo Zambito, Paolo Iacono, Antonino Sciascia e Dorita Galletto, hanno sostenuto le ragioni dei cittadini con argomentazioni varie e dando testimonianza concreta del disagio e della paura della collettività a fronte di comportamenti singolari posti in essere dai migranti che stravolgono di fatto le nostre abitudini e la nostra quotidianità. Inoltre, è stato evidenziato che gli sbarchi avvenuti in pieno giorno nelle coste siculianesi causano un ulteriore danno all’immagine di un Comune a vocazione turistica. L’esasperazione della popolazione nei giorni scorsi si è palesata con maggiore evidenza dando luogo ad una manifestazione promossa da un comitato spontaneo di cittadini. Il Prefetto, dopo aver ascoltato le argomentazioni, com’era del resto prevedibile, ha rassicurato gli Amministratori locali dicendo che di certo le cose non cambieranno dall’oggi al domani, ma si è impegnato affinché determinati comportamenti censurabili non vengano più posti in essere dai migranti.

Analogo impegno ha assunto sul fronte del numero di migranti presso il centro, condividendo l’esigenza di una sostanziale riduzione degli stessi, obiettivo che potrà realizzarsi a breve – medio termine alla luce del nuovo bando che il Ministero di concerto con la Prefettura sta per elaborare e che dovrà disciplinare l’organizzazione delle strutture di accoglienza nell’ottica di una equa distribuzione delle stesse in tutti i Comuni della Provincia e nel rispetto del principio di proporzionalità. L’Amministrazione comunale nei prossimi giorni si confronterà con il comitato di cittadini per valutare le opportune iniziative da intraprendere, anche alla luce delle argomentazioni e delle proposte avanzate nel corso della manifestazione popolare in piazza.