Mafia, intitolato al giudice Saetta viadotto su Ss 640

Saranno ricordati tra Canicatti’ e Caltanissetta il presidente della Corte d’Assise d’Appello Antonino Saetta ed il figlio Stefano uccisi il 25 settembre 1988 in un agguato. A Canicatti’, alle 9, per iniziativa delle associazioni “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino” e d’Impegno Civico Antimafia per la Legalita’ “Tecnopolis”, e’ previsto l’omaggio floreale alla tomba Saetta presso il cimitero. Alle 9,30 una funzione religiosa nella chiesa San Diego, sempre a Canicatti’, organizzata dall’amministrazione comunale. Poi, alle 11, si terra’ la cerimonia d’inaugurazione del “viadotto Giudice Saetta” da parte dell’Anas sulla strada statale 640 “Degli Scrittori”. Subito dopo l’omaggio alla “Stele Saetta” e quindi l’apertura al traffico di altri 8,5 chilometri del nuovo tracciato a quattro corsie, due per ogni senso di marcia, dell’importante arteria che consentira’, una volta completata, di raggiungere da Agrigento e Caltanissetta l’autostrada Palermo-Catania.

Per l’occasione alla manifestazione organizzata dall’Anas oggi interverranno i familiari del magistrato, la vedova Nuccia Pantano ed i figli Gabriella e Roberto Saetta, assieme alle massime autorita’ ed istituzioni che si ritroveranno alle 11 sul viadotto “Giulfo”, lungo il nuovo tracciato, tra le contrade Favarella e Grottarossa, nel territorio comunale di Caltanissetta. All’apertura del nuovo tracciato sono previsti gli interventi del Prefetto, Maria Teresa Cucinotta; del Presidente della Corte di Appello di Caltanissetta, Maria Grazia Vagliasindi; del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Caltanissetta, Sergio Lari; del Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati – Sezione Distrettuale di Caltanissetta, Fernando Asaro; del Consigliere di Amministrazione Anas, Francesca Moraci; di Gioacchino Natoli, Capo Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia anche in rappresentanza del Ministro Andrea Orlando.

Si concludono cosi’ le iniziative 2017 tra Canicatti’, Agrigento e Caltanissetta della “Settimana della Legalita’ Giudici Saetta Livatino” organizzate da “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino”, associazione d’Impegno Civico Antimafia per la Legalita’ “Tecnopolis” e dall’Ufficio di postulazione per la causa di Canonizzazione di Rosario Angelo Livatino – servo di Dio che hanno ottenuto la “Medaglia del Presidente della Repubblica” quale solenne segnale esteriore dell’Adesione del Capo dello Stato. Il 3 ottobre a Messina, presso la Falcolta’ di Giurisprudenza, alle 17, avverra’ la consegna dei “Pro Bono Iustitiae” e “Pro Bono Veritas” in memoria del Giudice Livatino a Magistrati e componenti della Societa’ Civile impegnati sul fronte della Legalita’, Giustizia, Fede e Carita’.