Servizio civile, altri 37 posti disponibili nell’Agrigentino: ecco dove e come fare domanda

Altri 37 giovani volontari verranno selezionati nell’Agrigentino con i due nuovi bandi straordinari del Servizio civile nazionale pubblicati nei giorni scorsi. Un bando di selezione riguarda volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili. Un altro bando è per i volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale dando completa attuazione a tutti i progetti già inseriti in graduatoria e non messi precedentemente a bando. Nel dettaglio: 32 giovani saranno impegnati nei progetti dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti onlus e 5 giovani nel progetto dell’Ierfop (Istituto Europeo Ricerca Formazione Orientamento) di Agrigento.

I posti all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sono: sette ad Agrigento, quattro a Favara, Montallegro e Sciacca, tre a Cattolica Eraclea e Licata e uno ad Aragona, Porto Empedocle, Raffadali, Canicattì, Siculiana, Ribera e Ravanusa. Si possono candidare giovani di un’età compresa tra 18 e 28 anni. Per partecipare alla selezione pubblica è necessario innanzitutto individuare il progetto d’interesse. Consultando la homepage del sito dell’ente di riferimento, sarà possibile trovare la scheda con gli elementi essenziali del progetto, l’intero elaborato progettuale, le indicazioni per poter partecipare alla selezione e l’indirizzo a cui inviare la domanda. La documentazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, dovrà pervenire entro e non oltre le ore 14 del 20 novembre prossimo. Si può presentare solo una domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio civile nazionale, pena esclusione dalla selezione.

Il Servizio civile nazionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Ai volontari spetta un compenso di 14,46 euro netti giornalieri, per un totale 433,80 euro netti mensili. Il pagamento avviene in modo forfettario per complessivi trenta giorni al mese per i dodici mesi di durata del progetto, a partire dalla data di inizio. I compensi ai fini del trattamento fiscale sono assimilati ai redditi da lavoro dipendente. Non vengono applicate imposte sul compenso qualora non venga raggiunta la quota annua di imponibilità.