Cattolica Eraclea, anziano condannato per molestie alla badante della moglie

Un novantenne di Cattolica Eraclea – B. D. – è stato condannato dal tribunale di Sciacca con l’accusa di molestie a una donna. La condanna è di un anno e sei mesi di reclusione, pena sospesa, e pagamento delle spese processuali. Alla donna, che precedentemente aveva svolto il lavoro di badante in casa dell’uomo, è stato riconosciuto un risarcimento di 7mila euro.
L’anziano – come riporta il Giornale di Sicilia oggi in edicola – avrebbe minacciato e molestato la donna, di cui si era invaghito, procurandole un costante stato d’ansia e paura, costringendola a modificare le proprie abitudini di vita e rinunciando al lavoro di badante della moglie dell’anziano. L’anziano avrebbe però continuato a molestarla seguendola e chiamandola al telefono. Secondo l’accusa l’imputato voleva intrattenere una relazione e in alcune occasione avrebbe toccato ripetutamente il seno della donna, che ha poi presentato querela. Escludendo l’ipotesi di molestia, la difesa del novantenne cattolicese ha sempre sostenuto la tesi che l’uomo cercava la donna non per molestarla, ma per indurla a pagare un debito di 13mila euro.