Dl Fisco, Marinello (Ap): bene stop obbligo certificato antimafia

“Come Alternativa popolare in diverse occasioni avevamo sollevato perplessità su alcuni aspetti del Codice antimafia, di recente approvato, e tra queste l’obbligo della certificazione antimafia per le imprese agricole che ricevono fondi Pac. Per questa ragione bene ha fatto il relatore al dl fiscale a porre la questione e ad individuare una soluzione”. Lo dichiara il presidente della Commissione Ambiente del Senato, Giuseppe Marinello. “Infatti – aggiunge – un conto è perseguire gli interessi della mafia, che va fatto sempre e comunque in ogni sede con feroce determinazione, ma altra questione è prevedere norme e lungaggini burocratiche che avrebbero avuto come effetto soltanto quello di strozzare il comparto agricolo. Un settore che, invece, tra tante difficolta sta dando importanti segni di ripresa e sta contribuendo alla ripresa del Pil. In Italia sono 900mila le imprese agricole ed in gran parte queste sono sane e condotte da imprenditori di assoluta specchiata onestà e non possono essere oggetto di discriminazioni. Su tali tematiche, perciò, è necessario agire con prudenza ed eventualmente concordando norme con le associazioni di categoria”.