Tentato omicidio Nicotra a Favara, svolta nell’inchiesta: 6 indagati

Svolta a sorpresa nel tentato omicidio di Carmelo Nicotra, l’uomo rimasto ferito nell’agguato avvenuto il 23 maggio scorso a Favara, nell’agrigentino. L’uomo era stato raggiunto da colpi di kalashnikov ma riuscì a sopravvivere. La Procura della Repubblica di Agrigento, come riporta l’Adnkronos, ha iscritto sei persone nel registro degli indagati. Tra cui lo stesso Nicotra. E si annunciano nuovi sviluppi nelle prossime ore. Gli investigatori hanno anche scoperto dei legami tra la vittima scampata all’agguato e la lunga scia di sangue in Belgio dove sono stati coinvolti negli ultimi mesi dei favaresi. Nicotra sarebbe vicino a Maurizio Di Stefano, il quarantenne agrigentino scampato a un agguato a settembre a Liegi. Nello stesso agguato morì, invece, il ventottenne di Porto Empedocle Mario Jakelich. Fu il primo di una lunga serie. A ottobre, a Favara, venne assassinato Carmelo Ciffa, 42enne di Porto Empedocle. Un omicidio in pieno giorno, con sette colpi di pistola calibro 9 esplosi contro la vittima. L’ultimo cadavere è quello di Rino Sorce, 51enne di Favara, ucciso il 10 maggio vicino al suo ristorante di Liegi, il “Grande Fratello”.