La pagella di Pirandello torna al Caos, il Nobel prese 4 in italiano scritto

Torna in bella mostra nella sua casa natale al Caos, su “richiesta” di turisti e studiosi, la curiosa pagella con il 4 in italiano scritto di Luigi Pirandello, studente inizialmente poco promettente poi insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1934. E’ l’anno scolastico 1878-79 e Luigi Pirandello frequenta la seconda classe della Regia scuola tecnica di Girgenti, corrispondente alla scuola media di oggi; nel primo trimestre  non raggiunge neanche la sufficienza in italiano scritto e rimedia addirittura un 4, poi chiude l’anno con la media di 5 in italiano (tra scritto e orale) e la media finale di 4 in storia e geografia.

Questa pagella era già stata messa in mostra nella casa-museo di Pirandello, ma era stata rimossa durante il restyling eseguito l’estate scorsa prima della riapertura avvenuta nel giorno in cui cade il 150mo anniversario della nascita dello scrittore, che avvenne tra quelle mura il 28 giugno 1867. Ma in questi mesi, le numerose richieste ai custodi da parte di turisti e studiosi che avevano sentito parlare della pagella che documentava lo scarso rendimento scolastico del drammaturgo, hanno indotto la responsabile della casa-museo Luigi Pirandello, Armida De Miro, ad esporla di nuovo tra i pannelli informativi.

Con il restyling che ha preceduto la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 6 luglio scorso, la casa natale di Pirandello è stata riallestita e sistemata secondo un percorso storico e didattico in attesa del grande progetto di riconfigurazione finanziato dal Patto per il Sud. Due le mostre permanenti inaugurate lo scorso giugno, frutto di un complessivo riallestimento dei materiali disposti secondo un percorso scientifico ragionato: una è intitolata “Viaggio tra identità e memoria attraverso i dipinti della famiglia Pirandello”, a cura della soprintendente ai Beni Culturali di Agrigento, Gabriella Costantino, a piano terra; e l’altra “Luigi Pirandello, informazioni sul mio involontario soggiorno sulla terra”, a cura di Armida De Miro, Cristina Iacono e Stefano Milioto, al primo piano dove adesso è tornata la pagella di Pirandello.

“Dopo le segnalazioni di diversi visitatori che hanno chiesto notizie sulla copia della pagella di Pirandello abbiamo deciso di rimetterla in mostra”, ha spiegato al Giornale di Sicilia la responsabile Armida De Miro ricordando che nella casa-museo c’è tanto altro materiale importante da vedere. “Abbiamo messo in mostra all’ingresso – ha spiegato – anche alcuni fogli manoscritti e dattiloscritti dell’autobiografia che Luigi Pirandello aveva iniziato a realizzare ma che non fu mai pubblicata”.

Non solo nella Regia scuola tecnica di Girgenti, anche al primo anno del liceo classico Scinà di Agrigento, che sarà ribattezzato Empedocle nel 1901, Luigi Pirandello non si mostrò particolarmente brillante in italiano e nemmeno in latino: nell’anno scolastico 1879/80 rimediò infatti un 5 e un 3 nel primo bimestre, poi riscattati con due 8 nell’esame di riparazione.