Mafia, Sgarbi: polemica su Di Matteo strumentale e depistante

La polemica sulle critiche di Vittorio Sgarbi al pm Nino Di Matteo “è strumentale e depistante”. Lo ha affermato il nuovo assessore regionale si Beni culturali della Sicilia Vittorio Sgarbi nel messaggio inviato all’ex Governatore siciliano Totò Cuffaro per la presentazione del suo libro “La figlia delle monache” a cui avrebbe dovuto partecipare. “Ragioni di opportunità mi impongono di non venire – ha detto Sgarbi secondo quanto riporta l’Adnkronos – anche per non esporre te alla bufera della intolleranza di un gruppo di manifestanti che hanno previsto un sit in davanti all’istituto in cui si tiene la manifestazione”. E ha aggiunto: “Ho invano cercato di spiegare che io non ho in alcun modo criticato l’amatissimo dottor Di Matteo ma ho semplicemente osservato c’è egli è stato esposto a un maggior pericolo con conseguente spettacolarizzazione mediatica, dalla, presumo illecita, diffusone delle intercettazioni delle minacce di Riina”.